Mandarina Duck chiude Bologna e va in outsourcing. 20 in mobilità, sindacati sul piede di guerra

1

di Andrea Guolo. Pubblicato il 7 marzo 2015 su Milano Finanza (MF Fashion)

Mandarina Duck chiude lo stabilimento di Cadriano (Bologna), esternalizza anche la realizzazione dei campionari e sposta tutte le operazioni nella sede milanese di E-Land Italy, filiale della società coreana proprietaria del marchio di pelletteria. La comunicazione è giunta mercoledì sera ai dipendenti dell’azienda: dei 34 in organico nella sede emiliana, 20 saranno messi in mobilità e ai rimanenti 14 verrà proposto il trasferimento all’headquarter di via Tortona.

Continua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...